La Pesca delle Acciughe

Come si Pescano le Acciughe

Le acciughe sono straordinariamente abbondanti nelle acque di ogni mare italiano, seppure la presenza maggiore si registri nel Mediterraneo per la cospicua presenza di cibo.

Come sanno bene i pescatori i momenti più favorevoli per la cattura di questi piccoli pesci coincidono con quelli del periodo riproduttivo, quando i banchi di acciughe si avvicinano alle coste e nel Mar Mediterraneo la deposizione delle uova si concentra tra i mesi di aprile e ottobre/novembre. In inverno, invece, le acciughe tendono a ritirarsi dalla costa, scendendo nei fondali, alle profondità di 100/150 metri.

La pesca alle acciughe prevede diverse tecniche, una delle più famose delle quali si basa sulle lampare, con i pescatori che accendono grandi lampade per illuminare una porzione di mare attraendo in questo modo i pesci a galla per poi imprigionarli nelle reti.

In questi casi in cui i pescatori cercano di attirare piccoli pesci facendoli convergere in una precisa area ci si avvale spesso di reti a circuizione che vengono chiuse rapidamente non appena il banco si è fatto grande in modo da intrappolare il maggior numero possibile di acciughe prima di procedere al recupero del pescato.

In alternativa sono ampiamente impiegate per la pesca delle acciughe e del pesce azzurro in genere le reti volanti (o reti da traino pelagiche) che vengono immerse e successivamente trainate per gli estremi da due diverse barche.

Navigare Facile